martedì 6 giugno 2017

Editoriale di giugno 2017

Il pensiero debole, fatto di modi di dire, pseudomoralisti e finti garantisti, tronisti, amici, figli del grande fratello, vorrebbe prendere per buona la decisione fasulla e ipocrita di un manipolo di massoni travestiti da Giudici che si vanno a preoccupare delle sorti mortali di un povero detenuto al 41bis. Ora, caro Watson, è elementare per chi non segue questo pensiero, ma ha una mente aperta e speculativa (è andato a scuola e ne ha tratto profitto) che per affermare il potere di una classe delinquenziale e stragista, serve che un vecchio  come Toto' Riina, muoia nella sua casa riverito e santificato!
"Lei dice che ho esagerato? No, le assicuro che ci sono tanti pretozzi che celebrano matrimoni, funerali e altre funzioni per questi mafiosi. Il simbolo! Caro, Watson, elementare!, il simbolo fa il potere e crea il pregiudizio apostolico. Le assicuro che questi quattro parrucconi lo sanno e sono stati ben imbeccati e pagati con quei 30 sporchi denari di sempre!".
Meditate gente, meditate!
Ugo Arioti

Nessun commento:

Posta un commento