Al peggio non c'è mai fine

Non è il titolo di un romanzo, ma quello che succede in Sicilia in prossimità delle elezioni regionali. Dopo cinque anni di disastro assoluto e devastazione da parte di Crocetta e di tutti quelli che lo hanno sostenuto, oggi tutti i suoi ex partner e sostenitori, invocano la DISCONTINUITA' CON CROCETTA! 
Dobbiamo ridere o piangere? Al peggio non c'è mai fine! Cercano programmi, nuove idee, proclami per ricostruire...cosa? Quello che hanno distrutto, o quello che non hanno fatto niente per impedire? Una classe di idioti politici, legati alla poltrona e alla pensione e i vitalizzi d'oro, piuttosto che alla rinascita della Sicilia, oggi si vogliono riconvertire al "Bene"! MA CHI PUO' CREDERE PIU' A QUESTA GENTE CHE HA CAUSATO IL DANNO E LO HA COLTIVATO PER CINQUE LUNGHISSIMI ANNI SENZA STACCARE MAI LA SPINA A CROCETTA.
Inutili riunioni, sotto la benedizione dell'Orlando in campo sempre con tutti i colori e tutte le stagioni, si consumano sulla pelle dei siciliani.
Attori nuovi e confusi a destra e a sinistra cercano di dare l'assalto alle 60 poltrone rimaste all'ARS, gente senza scrupoli. 
Al peggio non c'è mai fine....e dove, ancora, dovremo arrivare....
Meditate Gente, meditate!
Ugo Arioti

Commenti

Post più popolari