lunedì 24 agosto 2015

CHI HA PAURA DELLE PIETRE?


CHI HA PAURA DELLE PIETRE?

CINQUE giorni dopo aver decapitato su una piazza pubblica di Palmira Khaled al Asaad, 81 anni, uno dei massimi esperti siriani di antichità ed ex direttore del sito archeologico locale, l'Is ha distrutto uno dei principali templi dell'antica perla nel deserto siriano. E' quello di Baal Shamin, a poche decine di metri dal teatro romano della città, dove la Stato islamico aveva inscenato alcune esecuzioni pubbliche. Anche questa volta a riferirlo è l'ong Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), che cita alcuni residenti della città in fuga dalla furia assassina dei jihadisti. Il santuario di Baal Shamin (Il signore del Cielo) è del secondo secolo dopo Cristo ed è dedicato ad una divinità assimilabile a Mercurio. Per il direttore generale dell'Unesco Irina Bokova la distruzione è pari a un "crimine di guerra" e i "responsabili devono rendere conto delle loro azioni". La logica, tragica e invereconda, di questa setta di ladri dell’anima, partoriti dai giochi dei servizi segreti americani, come la devastante campagna in Iraq e in Libia e il fallimentare intervento in Afganistan, è quella di incutere terrore e spaventare gli UOMINI VERI. Non ci sono riusciti con Khaled (81 anni) e non potranno mai riuscirci con gli UOMINI VERI. Ma l’Occidente, l’impero americano, si sta sgretolando e loro sono figli del disastro, lo portano nell’animo e moriranno anche loro con la fine del capitalismo speculativo che devasta e distrugge il mondo. Questo Kalhed lo sapeva e lo ha scritto a noi con la sua morte … SONO I PAZZI SANGUINARI DELL’IS CHE HANNO PAURA PURE DELLE PIETRE, perché la Storia li ha già condannati.

Ugo Arioti

Nessun commento:

Posta un commento