lunedì 16 febbraio 2015

DEMOCRAZIA, questa sconosciuta


DEMOCRAZIA, questa sconosciuta

Ci riempiamo, troppo spesso, la bocca di una parola importante: Democrazia. Ma siamo sicuri di saper riconoscere la vera Democrazia e che cosa è? La democrazia (dal greco δμος (démos): popolo e κράτος (cràtos): potere) etimologicamente significa "governo del popolo", ovvero sistema di governo in cui la sovranità è esercitata, direttamente o indirettamente, dall'insieme dei cittadini. Semplice come bere un biccher d’acqua anche se il concetto di democrazia non è fissato in una sola parafrasi o in un'unica concreta traduzione, ma può trovare e ha trovato la sua espressione storica in diverse manifestazioni e applicazioni, tutte caratterizzate, comunque, dalla ricerca di una prassi capace di dare al popolo la potestà effettiva di governare e nella quale il rapporto tra la maggioranza e la minoranza è improntato alla reciproca tutela. Avete fissato questi paletti? Bene, ora, benché all'idea di democrazia si associ in genere una forma di Stato, la democrazia può riguardare qualsiasi comunità di persone (come ad esempio una associazione) e il modo in cui vengono prese le decisioni al suo interno. Mi sembra chiaro. Allora perché questo ripasso? Perché tutti dobbiamo imparare a riconoscere e a difendere la VERA DEMOCRAZIA. Ora vi chiedo e mi chiedo: Viviamo in una Democrazia? La risposta, purtroppo, è negativa. In una democrazia (governo del popolo) è il popolo che sceglie chi lo deve governare e gli da la maggioranza dei voti. Non è così in Italia, dove i politici di “professione” (mercenari) hanno inventato il bipolarismo stravolgendo l’unico modo democratico di eleggere e obbligare gli eletti a combinare maggioranze che il popolo aveva scelto. No, hanno deciso che il massimo della scelta era per la pseudo destra o per la pseudo sinistra. Risultato: Non c’è più un modello di governo di idea socialista ne uno di idea Crociana che si confrontano apertamente e mediano, ma una unica grande “CASTA OLIGARCHICA”. Pensate che io sia un “tragediatore”? Allora ditemi che ne hanno fatto dei tanti REFERENDUM POPOLARI nei quali il popolo decide una cosa e loro, la Casta, poi la stravolge peggiorando la legge abrogata, vedi il contributo pubblico ai partiti.

Meditate gente, meditate

Ugo Arioti

Nessun commento:

Posta un commento