sabato 14 novembre 2015

ATTACCO ALL'OCCIDENTE PARIGI 13 NOVEMBRE 2015


Una notte di GUERRA per terrorizzare un occidente capitalista e moralista che fa le sue guerre senza tener conto delle culture, religioni o situazioni territoriali. Fin dalla fine della seconda guerra mondiale, americani e inglesi (pirati per natura e professione imperialista) hanno installato un cane da guardia troppo feroce in medio oriente: ISRAELE.  Lo stato ebreo è stao il primo incubatore di Fondamentalismo e di intolleranza. La cultura piratesca anglosassone ha permesso che reduci e non reduci ebrei si trasferissero, rubando terre e case ai palestinesi sulle rive del Giordano. La guerra in queste terre, da allora, non è mai finita. Ancora oggi si incoraggiano i coloni ebrei a rubare e costruire terre appartenenti ai palestinesi e il mondo si indigna se dei novelli David tirano pietre al Gigante Golia (oggi incarnato dallo Stato di Israele che si incammina verso un NAZISMO di stampo pegiore di quello che la storia ci ha già consegnato e superato), E' di qualche mese fa il pentimento di Tony Bleir sulla guerra in IRAQ e di poco prima la congiura che unisce francesi e americani con i soliti sornioni pirati inglesi, che stanno sempre col piede in due staffe, ad abbattere il dittatore Gheddafi. Risultato: Spazio al califfato, al governo del terrore e a nuove disgrazie. Quando finirà di sbagliare e di essere antistorico questo Occidente governato dalle lobbyes speculative che non hanno come scopo il benessere delle popolazioni, ma l'esatto contrario. Parigi ora chiude le frontiere, ma i vermi li coltivava in seno. OGGI SIAMO TUTTI PARIGI, ma questa non è una guerra tradizionale. E' una guerra asimmetrica che da un lato si diffonde e prende piede nei vuoti causati dalle stupidità e dalle miopie occidentali e dall'altro dal terrore che crea il panico, il caos e scatena i tifosi della MORTE. una ventina di uomini sono più di un commando e per muoversi non erano soli, ma avevano un supporto logistico, che spesso, si nasconde dentro gli uffici dei SERVIZI SEGRETI degli stati in cui questi suicidi fanatici e drogati agiscono. PER QUESTO CI VUOLE UN EUROPA DEI POPOLI e gli attuali governi fuori dalle sale di manovra piene di infiltrati e di spie, di cospiratori e di lobbies. Solo i popoli uniti possono vincere questa battaglia, gli attuali governi non lo possono e non  lo vogliono fare.
Ugo Arioti

Nessun commento:

Posta un commento