martedì 8 novembre 2016

Freud e Dio - racconti in pillole - Ugo Arioti



Era il 1938, il padre della moderna psicoanalisi era gravemente ammalato: un cancro... fu in una notte tormentata dalla bufera del cielo e del suo animo che sentì bussare alla sua porta. andò ad aprire: era Dio. Dio! 
"Chi è?" chiese Sigmund. "Sono Dio!" rispose la voce." Dio?, se tu sei Dio, ...no, ma che dico,... tu sei un pazzo. Ma, se sei veramente Dio, " gli urlò, mentre brancolava nel buio cercando di mettere a fuoco quell'inquietante immagine in doppio petto grigio, fumo di Londra, "se sei Dio, perchè permetti tutto questo?" " Perchè vi ho donato la libertà di scegliere il vostro destino." " No, no, non è vero.... menti!,si, ... prima, nel tempo antico qualcuno ti sfidava..." E il verbo:"Guarda quello che succede ora: Vi siete sostituiti a me." " Nooooooooo....pazzo....." gridò, impugnando la sua penna, la sua amica e nemica, il suo alterego....ma il cielo divenne nero, si spense l'ultima luce a petrolio che illuminava il suo studio e il decano della moderna psicoanalisi si addormentò per terra. 

(Ugo Arioti pensieri e spirito @1998)

Nessun commento:

Posta un commento