venerdì 8 aprile 2016

EVENTI EPISTEME 2016 - TEATRO IDENTITA' - Presentazione del libro: Alida d’A – Palermitanima


 

Nella splendida e storica cornice di Palazzo Steri alla Marina, nella Biblioteca Etnostorica “Vittorietti”, che raccoglie l’edizione nazionale degli scritti e delle ricerche di Giuseppe Pitrè e Salvatore Salomone Marino, Piazza Marina, 57

 

L’autore  Aldo Occhipinti,  l’editore Qanat, in collaborazione e con l’organizzazione di Daniela La Brocca, Presidente dell’A.C. “ Scuola di Ecologia culturale Euro Mediterranea”

 Hanno il piacere di invitarla

Alla presentazione del romanzo di Aldo Occhipinti:

 
Alida d’A – Palermitanima

 Che si terrà il giorno 15 Aprile 2016 alle ore 16,30  

 Presenterà il Direttore scientifico della Biblioteca Etnostorica arch. Ugo Arioti

Dialogheranno con l’autore:

1-    Giovanni Saverio Santangelo – Professore ordinario di Critica Letteraria e Letterature Comparate presso l’Università degli Studi di Palermo

2-    Laura Restuccia – Ricercatrice e insegnante di Critica Letteraria e Letterature Comparate presso l’Università degli Studi di Palermo

3-    Manuela Caruso – Psicologa

 
Al termine dell’evento, l’autore ringrazierà gli intervenuti

 



Una storia di giovani tutta attuale questo singolare romanzo proiettato in un’ottica femminile, nel cono di luce di Alida, una giovane studentessa universitaria, palermitana d’adozione, che intraprende un viaggio nell’Europa contemporanea. La vera protagonista del romanzo però non è Alida, ragazza moderna e spigliata, colta e un po’ spregiudicata.  Protagonista è la Sicilia (e segnatamente la sua capitale, Palermo), la Sicilia multiforme, orgogliosa e contraddittoria, arcaica e moderna, barbara e raffinata, museo transepocale a cielo aperto, presentata come eletto e ideale crocevia di molteplici destini individuali provenienti da mondi lontani e diversi.  Fra una descrizione storico-architettonica, una citazione artistica, una digressione letteraria, un dialogare diretto e irriverente, tagliente e disinibito e la cronaca di un viaggio nel Continente, si dipana questa vicenda, insieme diario sentimentale e Odissea minore, tutta giocata sulle antinomie fuga-ritorno, distacco-nostalgia, libertà-radici, nel dispiegarsi libero e casuale di una giovanile vitalità. Metafora filiale di cui la terra d’origine è l’imprescindibile centro di gravità, partenza e approdo, maliosa sirena che attira verso un “nostos” che, strada facendo, si rivela sempre più urgente.  

 
Quarta di copertina a cura di Luciano Domenighini

Chi è la protagonista, Alida o la città?
La viva emozione o la passione eterna? L’armonia o il contrasto? Dionisio o Apollo?
Si può godere d’immenso in ogni granello di banalità? Alida ha imparato a farlo, a Palermo?
Fragile quanto forte, ribelle ma remissiva, sicura di sé e scoraggiata, Alida è evasa dall’arida e soffocante aria di un paesello della provincia siciliana, per approdare, carica di nuove energie, nella grande città dell’Isola, regina incontrastata di contrasti, Palermo.
Aldilà degli studi universitari, Alida in città vuole realizzare i suoi sogni, esprimersi, trovare uno spazio, dare sfogo alle passioni, disegnare un’idea definita di se stessa, conoscere e sentirsi soddisfatta. Avventata e riflessiva, si riconosce nella tensione di estremi che sente pulsare attorno e dentro di sé.
In un dialogo di piccole e grandi cose fatto di rapidità e stasi, di luci e ombre, di storie e Storia, Alida dispiega, nei suoi intimi dissidi, il proprio percorso di vita, sotto gli occhi di tufo della città.

 

 Toni Saetta

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento