sabato 24 gennaio 2015

Roberto Saviano e la Mafia al Nord

Giovanni Canzio, presidente della Corte d'Appello di Milano, dichiara: “La presenza mafiosa al Nord deve essere ormai letta in termini non già di mera infiltrazione, quanto piuttosto di interazione-occupazione”. Canzio ha poi descritto la 'ndrangheta "come una metastasi" nel territorio lombardo. 
Ricordate cosa fecero i giornali-fango quando raccontai del potere criminale nel Nord Italia? Cosa disse l'allora ministro dell'Interno Maroni? È della Lega gran parte della responsabilità politica per il dilagare mafioso nel Nord Italia. Nei piccoli comuni lombardi, dove le organizzazioni mafiose fanno affari attraverso racket, ciclo del cemento, distribuzione di generi alimentari, distribuzione di petroli, bar e ristorazione, la Lega ha da sempre egemonia politica e non è mai riuscita a contrastare e denunciare. La colpa politica, ancor prima che giudiziaria, della Lega per il dilagare delle mafie al Nord è nel suo silenzio. Omertà, connivenza, interlocuzione e sottovalutazione del problema.

Nessun commento:

Posta un commento