venerdì 22 gennaio 2016

Per una nuova Rivoluzione Culturale

Il terzo millennio già cammina sulle rovine del secondo che era deflagrato con due guerre mondiali e con le rivoluzioni. Un secolo di sommovimenti virali che ha costruito e distrutto poggiando i suoi piedi su grandi ideali. Tutto dimenticato, oggi il mercimonio, questo cancro umano, ha metastatizzato tutto e le sue cattedrali sono le Banche e le Multinazionali. Il Capitalismo è arrivato al suo capolinea con l'ultima e più devastante fase, quella della Speculazione Economica Globale Asincrona. Quale scenario si prepara è difficile stabilirlo con buona approssimazione, sicuramente ci stiamo preparando a un involuzione che porterà l'uomo verso un imbarbarimento e un appiattimento dell'intelletto mai visti su questo Pianeta. Già, ad est si sviluppa la metastasi costruita da mani occidentali e sviluppata da idioti orientali del Terrorismo Agnostico (la matrice pseudo culturale e religiosa che si appiccicano adosso è falsa e non umana certamente). Ma, quel che è peggio, la situazione della coalizione eterogenea e surreale che chiamano "Occidente Civile" è un coacervo di popoli governati dai midia televisivi e gestiti da Banche e Lobbie mafioso - speculative che occupano tutti gli organi di "comando" delle Democrazie (finte) occidentali. Unico antidoto a questo sfascio totale non etico e non democratico o umano è una nuova RIVOLUZIONE CULTURALE che sotto la bandiera dell'uomo di Leonardo da Vinci, iscritto nel cerchio dell'Universo, riconquisti la sua dignità di essere vivente uguale e fratello di tutte le creature che abitano questo Pianeta e che si ponga fine a un MERCATO che nasconde la DITTATURA delle MAFIE BANCARIE e SPECULATIVE che sfruttano oltre misura le risorse della Terra che non sono inesauribili, tutt'altro. Meditate gente, meditate.
Ugo Arioti

Nessun commento:

Posta un commento