mercoledì 5 febbraio 2014

GREEN UTOPIA – ARCHITETTURA VEGETALE


Una piccola città vegetale in cui toccare con mano le proposte più innovative dell’abitare green.

 
Dall’8 al 13 aprile, negli spazi della Fabbrica del Vapore in via Procaccini 4 a Milano, nascerà GREEN UTOPIA, una piccola città utopica di duemila metri quadri con esempi reali di architettura vegetale, la più innovativa e concreta risposta alle esigenze di sostenibilità contemporanee nell’architettura e nel design. Visitando GREEN UTOPIA, uno degli eventi di SHARING DESIGN, la manifestazione a cura di Milano Makers, si potranno toccare con mano le proposte più innovative dell’abitare e del vivere green. La città vegetale vivrà di giorno con laboratori e workshop operativi di autocostruzione mentre la sera si accenderà di luci, proiezioni, musica, teatro, performance trasformando l’utopia green in uno spettacolo continuo. Il focus di attenzione è verso le tecniche dell’architettura vegetale e alternativa. L’uso in architettura e design dell’elemento vegetale considerato come materiale primario della costruzione è un nuovo atteggiamento che considera il verde come l’ambiente ideale per la vita dell’uomo. La città che ne deriva tende a portare dentro di sé la foresta togliendo il confine fra natura e costruito.

L’architettura vegetale rappresenta una valida risposta alle esigenze di sostenibilità anche economica oggi sempre più pressanti. Si tratta di tecniche e materiali a volte antichi a volte usati in altre culture. Nella città vegetale sarà possibile vedere esempi di costruzioni in terra cruda, uno dei materiali protagonisti della nuova architettura che ha insuperabili doti ecologiche di sostenibilità; bambù, considerato l’acciaio naturale per le sue capacità statiche e ampiamente usato in Asia; arundo donax, la canna palustre, un materiale di casa nostra, una tecnica di costruzione naturale; paglia, in grado di fornire case altamente isolanti e sane con una notevole resistenza ai terremoti; verde tradizionale e tecnico, il più efficace strumento per la costruzione delle nuove città a orientamento ecologico che si evolve in soluzioni di orto urbano; Natural Design l’ultima tendenza del green design, oggetti di design che contengono piante; agricoltura urbana dagli orti terapeutici alle coltivazioni domestiche.

 GREEN UTOPIA – ARCHITETTURA VEGETALE

Fuorisalone 8/13 aprile 2014. Fabbrica del vapore, Via Procaccini 4, Milano

Ideazione e coordinamento: Maurizio Corrado.

Gruppo di progetto: Mauricio Cardenas, Andrea Facchi, Eliana Baglioni, Giusi Ferone, Monica Botta, Studio Limes, Francesco Poli, Alberto Rabitti, Beppe Facente, Roberto Maci, Riccardo Rigolli, Luca Rogora.

Media Partner: Nemeton Magazine, Wolters Kluwer Italia.

Patrocini: Promoverde; Accademia di Belle Arti di Verona; Accademia di Belle Arti di Bologna; Cia, Confederazione Italiana Agricoltori; La Sapienza Università di Roma, Facoltà di Architettura, Dipartimento di architettura e progetto.

Cultural Partner: Primavera Mediterranea, Primavera Siciliana, Vestire il paesaggio

 

Nessun commento:

Posta un commento