mercoledì 18 gennaio 2017

La presidenza italiota del parlmento dell'euro è stata concessa al soldatino Tajani

Tajani, l'esponente popolare vince al ballottaggio 351 voti contro i 282 dell'avversario quasi socialdemocratico Pittella. Il neo-eletto, marpionescamente: "Dedico questo risultato alle vittime del terremoto che ha colpito il mio paese". Il socialista sconfitto: "Con la nascita di un nuovo blocco conservatore il panorama politico dell'Europarlamento cambia in modo drammatico"... Sapete cosa è drammatico? E' che non ci sobo diversità tra l'uno e l'altro, solo sfumature più o meno grigie.
Siamo in mano a politici arrivisti e pressapochisti, ma tutti che gravitano nell'area della FINANZA D'ASSALTO CAPITAL LIBERALE E GLOBALE che ha causato la crisi più devastante del secondo e terzo millennio, fin qui.
Che ci resta fare? Ricostruire da capo modelli e utopie umanistice e legate ai diritti dell'uomo e non del Capitale multinazionale.
Meditate gente, meditate
Ugo Arioti

Nessun commento:

Posta un commento